Trine

Publisher: Frozenbyte, Sviluppatore: Frozenbyte, Sito: www.trine-thegame.com
Prezzo:
€ 29,90

Trine, sviluppato da Frozenbyte, è arrivato quasi come un fulmine a ciel sereno, inaspettato. Stiamo parlando di un puzzle game che basa buona parte dei suoi enigmi sulla fisica, mettendoci nei panni di un mago sfigato, una ladra parecchio sveglia e un guerriero che, purtroppo, non pare avere tutte le rotelle al posto giusto.

L’intero gioco si compone di quindici livelli, che rappresentano il viaggio dei tre eroi verso la torre nera, dove è custodito un segreto che se venisse divulgato qui, sul blog, farebbe scoppiare la fine del mondo.Le prime tre missioni sono dei mini-tutorial che hanno il compito di illustrare le peculiarità di ciascuno dei tre eroi, caratterizzati da un’abilità iniziale e da una dote innata. Il mago può far levitare gli oggetti e creare dal nulla cubi e piattaforme normali e levitanti, la ladra ha un arco (con frecce infuocate, più avanti) e un “rampino” e il guerriero è capace di menar fendenti, difendersi con lo scudo e utilizzare un martello enorme, che, in cambio di un po’ di mana, dà modo di far esplodere ogni creature su schermo… un po’ come le vecchie smart bomb, per intenderci.

[youtube LXdwRmiZam4]

SALTA, CREA E MENA
Il mondo di Trine sembra catturare in un’unica essenza tutti gli elementi dei fantasy da due soldi, che però qui non stonano. Al giocatore viene richiesto di calibrare bene i salti, di menar le mani ogni tanto e di far funzionare la materia grigia per risolvere i comunque semplici enigmi di cui sono costellati i livelli. Raggiungere le piattaforme non è sempre semplicissimo, specie nei livelli avanzati, ed è qui che la vostra abilità con il mouse e i salti certosini deve farsi da parte per lasciare il posto all’astuzia, per ideare una soluzione sfruttando le abilità di cui abbiamo parlato poco fa.
Il meccanismo di base funziona, è evidente, e la sfida proposta non pare quasi mai impossibile, eccezion fatta per l’ultimo livello, reso comunque più semplice da una patch pubblicata dopo l’uscita del gioco. Si può giocare in co-op sullo stesso PC, anche se è richiesta una coordinazione “mostruosa” con i propri amichetti.

[nggallery id=8]

VECCHIO E NUOVO
Tecnicamente, Trine è molto valido. Frozenbyte ha optato per una realizzazione totalmente in tre dimensioni, affidando alla telecamera “bloccata” il compito di far sembrare tutto un 2.5D. Lo stile grafico adottato è buono, anche se le texture sono decisamente ripetitive e si nota una generale mancanza di “freschezza” nella scelta delle palette cromatiche. Buono anche il sistema di controllo, con l’accoppiata mouse e tastiera in grado di annichilire, almeno a parere di chi scrive, anche il miglior pad.

[starreview tpl=16]

Steam

Demo

Potresti pure trovare interessanti:

ToSo

Appassionato di videogiochi da quando è nato, il ToSo suole divertirsi con Photoshop, Word, Excel, sparatutto, action adventure e titoli sportivi: l’importante è che non sia necessario spostarsi dal divano. Nel tempo libero realizza le più belle sigle del mondo, quelle per Outcast. Si dice non abbia mai tirato un sasso dal cavalcavia, né fatto stragi dal vivo, armato di shotgun.