TOP SPIN 4 – Sarà capitato anche a voi di avere un amico interista…

Ma questa non è più bella qui che dal vivo?
Ma questa non è più bella qui che dal vivo?

Metti caso che hai un amico interista che giocava al pallone nella Cremonese. E metti caso che questo amico interista, a un certo punto, abbia mollato il calcio per prendere a mazzate delle palline più piccole.
Probabilmente penseresti che si sia dato al baseball, ma staresti sbagliando. Perché il giovin signore ha imboccato la via del Tennis: le minigonne delle tenniste lo ispirano di più delle divise del softball.
A ogni modo, la vera questione è che il ragazzo di cui sopra è andato fuori di testa per lo sport di Federer, Nadal e compagnia cantante.

Ora, la questione è semplice: i tornei del Grande Slam sono esaltanti da guardare, un po’ di più che spararsi la Juve di questi ultimi tempi, ma andare in campo la domenica mattina, nascondendosi sotto un telone che, se va bene, aumenta la temperatura esterna di settordici gradi, è una roba che non consiglieresti nemmeno al più odiato dei nemici, figurati a un amico.

Nadal ha la faccia del tipo sveglio.

Quale che sia la spinta che gli dà la forza per continuare, va segnalato che il virgulto rasato non sa una mazza di videogiochi e dintorni. Sa che esiste la Wii perché era vicino ai forni a microonde al Trony, e la sua PS3 è la meno utilizzata dell’intera penisola italica. Questo potrebbe essere un problema, perché lo scorso venerdì è uscito Top Spin 4, che non ci starebbe affatto male nella console nera che tiene sotto al televisore.

C'è Agassi? Sì! Ma come puoi non metterlo in un gioco di tennis?

Perché glielo dico? Semplice… è che ho avuto modo di giocare alla versione per Xbox 360 e sono rimasto assolutamente deliziato e affascinato dal titolo di 2K Games che, pur essendo un pacco meno difficile dello scorso episodio, riesce a divertire sempre, anche quando gli avversari ti prendono a pallettate in faccia. A onor del vero è una cosa che, a livello normale, capita meno di frequente di quanto sia lecito aspettarsi, ma non è quella la questione. È che giocando a Top Spin 4 sembra davvero di essere lì, sotto quel telone la domenica mattina, con in meno la menata dei settordici gradi di differenza rispetto a fuori e in più la possibilità di giocare degli inside-out da urlo.

Insomma, questo amico interista che giocava a pallone nella Cremonese farebbe bene a mettere a budget una spesa di 60 euro per portarsi a casa un gran gioco di tennis. E stare sotto alle coperte la domenica mattina.

[starreview tpl=16]

 

E dopo il voto, un veloce video promozionale che – pare – non verrà diffuso. Inspiegabile, no?

[youtube width=”635″ height=”387″]http://www.youtube.com/watch?v=8W3-nPQvALw[/youtube]

Potresti pure trovare interessanti:

ToSo

Appassionato di videogiochi da quando è nato, il ToSo suole divertirsi con Photoshop, Word, Excel, sparatutto, action adventure e titoli sportivi: l’importante è che non sia necessario spostarsi dal divano. Nel tempo libero realizza le più belle sigle del mondo, quelle per Outcast. Si dice non abbia mai tirato un sasso dal cavalcavia, né fatto stragi dal vivo, armato di shotgun.