I Pirati della Silicon Valley – L’amore/odio di Apple e Microsoft

Ieri sera, mentre sistemava il plotter di mia moglie e mi divertivo tra porte seriali e USB di vario genere, ho avuto modo di guardare per la prima volta il film “I Pirati della Silicon Valley”.

Tratta dal romanzo Fire in the Valley, di Paul Freiberger e Michael Swaine, la pellicola confezionata da Martyn Burke porta sullo schermo la nascita di Apple, l’arrivo sul mercato del primo Mac, il successo dei sistemi operativi di Redmond e i rapporti d’amore e odio tra Microsoft e la casa della Mela. Nel mezzo, milioni di dollari guadagnati e andati in fumo per intuizioni o sviste incredibili, raccontati da flashback guidati dalle voci di Steve Ballmer (Microsoft) e Steve Wozniak (Apple). (altro…)

Sherlock Holmes – Buona la prima?

Visto che dal 27 in avanti sarò sperduto sull’altopiano di Asiago senza una connessione degna di tal nome e senza possibilità di accedere alla posta, è giunto il momento di provare la pubblicazione automatica dei post.

Durante l’adolescenza ho avuto modo di consumare avidamente buona parte dei romanzi di Conan Doyle. E no, non me lo aspettavo così, Sherlock Holmes.
Eppure, il personaggio portato sul grande schermo da Robert Downey Jr. è piacevole, un po’ fulminato, sagace e cattivo quanto basta. Certo, non è “quello vero” ma poco importa. E a Watson è andata pure peggio, in fatto di “coerenza storica”. Interpretato da Jude Law, è infatti quanto di più lontano esista da quello raccontato nei romanzi di A. Conan Doyle. Tuttavia, anche lui funziona, eternamente sospeso tra la voglia di avventura e la storia d’amore con la sua bella. (altro…)

UP, un film che costringe i bambini al silenzio

Up Disney Movie

Andare di domenica pomeriggio a vedere un lungometraggio animato all’Arcadia può non essere una grande idea, specie se vedi la sala che si riempie, lentamente, di tanti bambini urlanti. Che poi, per i bambini uno può anche sforzarsi di capire. Quello che non mi va giù sono i genitori, spesso più maleducati dell’intera popolazione sotto i sette anni presente nei cinema.

Perché c’è quello che la sa lunga, e allora deve comunicare al mondo che lui sì che ha capito come si sviluppa la trama, e quello che per zittire il figlio fa più casino di un elefante in una cristalleria, o quello che mastica a bocca talmente aperta che quasi fa il giro, emettendo dei suoni disgustosi che pensi che ci sia Slimer nascosto due file più indietro rispetto a dove siedi. (altro…)

Sam Raimi dirigerà il film su World of Warcraft

Sarà Sam Raimi a dirigere il film basato sulle vicende di World of Warcraft. Ne hanno scelto uno bravo, grosso e cattivo, che ha già sfornato robetta mica male. Come regista ha all’attivo It’s Murder! (1977), Within the Woods (1978), La casa (1981), I due criminali più pazzi del mondo (1985), La casa 2 (1987), Darkman (1990), L’armata delle tenebre (1993), Pronti a morire (1995), Soldi sporchi (1998), Gioco d’amore (1999), The Gift – Il dono (2000), i tre Spider-Man (2002, 2004 e 2007), Drag Me to Hell (2009) e La casa IV ( che uscirà nel 2011).
(altro…)

Harry Potter e il Principe Mezzosangue

Un disastro, e me lo avevano già detto, mettendomi in pre-allarme in redazione. Però si sa, i gusti son gusti e non è detto che a tutti piaccia la stessa roba. Il problema è che, una volta uscito dal cinema, ho realizzato di aver buttato sette e rotti euro. Harry Potter e il Principe Mezzosangue è una quasi-porcata immane, che si salva in due-momenti-due e che non ha davvero niente da dire, né agli appassionati del maghetto della Rowling, né a chi al cinema si vuole semplicemente divertire.
(altro…)