Dragon Age: Origins

dragonagebanda

Dragon Age: Origins è un gioco di ruolo per certi versi abbastanza classico, benché non sia basato su alcun tipo di regolamento esistente (niente D20 system, insomma). Il nostro personaggio guadagna esperienza uccidendo mostri e completando le missioni principali e secondarie proposte nel corso dell’avventura e può usare i punti ottenuti a ogni avanzamento di livello per sbloccare delle abilità base e specifiche della classe selezionata. È inoltre possibile recuperare, parlando con alcuni NPC o investendo considerevoli somme dai mercanti, dei costosissimi tomi che rendono possibili delle “carriere” ben definite per ogni classe. Ci sono, infine, altre abilità, solitamente riservate ai personaggi che ci accompagnano, che vengono sbloccate in seguito a particolari azioni, o perché si è riusciti nel difficile intento di accaparrarsi le simpatie di qualcuno in particolare. (altro…)

Pianificare le giocate…

Ne deve uscire tanta, di roba, in questo periodo. Certo, non così tanta come originariamente previsto, ma un botto comunque. E c’è da trovare il tempo per giocarsi tutto:

DiRT 2 è fuori, ci devo giocare su 360

Need for Speed: Shift esce il 17, PC o 360 è ancora da decidere.

WET, che esce lo stesso giorno di Shift, lo sto già giocando su PS3.

Red Faction: Guerrilla esce il 18. Su PC, perché su console è uscito eoni fa.

– Il 2 Ottobre escono Risen e FIFA 10. Il primo è da giocare su PC, il secondo su 360 tutta la vita.

– Nelle prime settimane di ottobre diventa disponibile anche Operation Flashpoint: Dragon Rising, per PC.

– A novembre escono sia Dragon Age: Origins (il 6), sia Ghostbusters – The Videogame per PC. C’è qualcuno che lo ha già recensito, probabilmente sul codice “ammerregano”.

Tutto questo senza dimenticarsi di World of Warcraft – Wrath of the Lich King.

E quando li gioco?

Tutti i “titoloni” nel 2010? Quasi.

Quello del 2009 doveva essere l’inverno dei titoloni. Quello, per intenderci, in cui settordici milioni di 360, PC e PS3 si sarebbero fusi per il “troppo gioco”.

Invece non sarà così. O meglio, non mancheranno le robe con le quali giocare, ma i titoloni di cui sopra hanno fatto in buona parte “kaboom”, con buona pace dei fan boy di questo o quell’altro prodotto.
Il primo a slittare è stato Mafia 2, passato da ottobre a un più generico 2010. L’uscita del primo Mafia fu molto travagliata e questa volta non c’era motivo di far andare tutto liscio.

(altro…)