Lasciami Entrare – Che i vampiri tornino vampiri…

vampirebanda

In un periodo in cui i vampiri sono di gran moda, fa piacere leggere qualcosa di differente dalle vicende narrate in Twilight, dove i succhiasangue sono dei pratici dandy che luccicano al sole.

Lasciami Entrare (Let the Right One In) è un romanzo un po’ particolare, che mette in scena una piacevole storia d’amore condita da un retrogusto noir che non fa mai male. lasciamientrarecoverlibroAmbientato in un sobborgo di Stoccolma (Blackeberg) nel 1981, il libro di Ajvide Lindqvist ci permette di fare la conoscenza di Oskar, un dodicenne come tanti, con gli stessi problemi dei suoi coetanei e una profonda insicurezza di fondo che ne caratterizza i comportamenti. La vita di Oskar è moderatamente insignificante, almeno fino a quando l’insolito protagonista non fa la conoscenza di Eli, un vampiro “impriogionato” nel corpo di una ragazzina. La storia, tra i due, si evolve ammantata di un’aurea soprannaturale, che copre omicidi e colpi di scena che conducono al bizzarro finale, una sorta di happy ending al contrario capace di compiacere il lettore pur senza tirare in ballo il noioso concetto del “e vissero per sempre felici e contenti”. L’autore svedese racconta i lati più oscuri del nostro tempo, affrontando tematiche spinose come droga, bullismo, criminalità giovanile, pedofilia, prostituzione e omicidio. Il tutto viene fatto con uno stile che forse non rapisce da subito, ma che ha l’indubbio pregio di saper accalappiare il lettore che ha intenzione di lasciarsi scuotere dal racconto.

Lettura consigliatissima, magari prima della visione dell’omonimo film.

[starreview tpl=16]

Il libro si può acquistare su IBS, per 17.90 euro.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=zM9W7IKiFBE[/youtube]

ToSo

Appassionato di videogiochi da quando è nato, il ToSo suole divertirsi con Photoshop, Word, Excel, sparatutto, action adventure e titoli sportivi: l’importante è che non sia necessario spostarsi dal divano. Nel tempo libero realizza le più belle sigle del mondo, quelle per Outcast. Si dice non abbia mai tirato un sasso dal cavalcavia, né fatto stragi dal vivo, armato di shotgun.

I commenti sono stati chiusi.