Da ubriacone a dattilografo con due Apps!

Uno dei punti di forza di iPhone è sicuramente l’App Store. E siccome cominciare con un luogo comune bello forte e consolidato come questo non pare abbastanza, rilancio con un “peccato che non facciano più i bei film in televisione”, strozzando alla grande con il meno noto “in Italia sono tutti C.T.”. Detto questo, torno al vero oggetto del post,  le applicazioni. Tra le molte che infestano il mio iPhone in questo periodo, ce ne sono due che non riesco a fare a meno di usare.

typedefenseTypedefense PixelButton
Typedefense è un giochino semplice semplice, che prevede che difendiate, con il vostro carroarmato, una serie di edifici disposti su una mappa statica. I missili, che arrivano dalla parte alta dello schermo, possono essere fatti esplodere unicamente inserendo, grazie alla tastiera posta nella parte inferiore dello schermo, la giusta sequenza di lettere.
Nel primo livello le parole sono composte da tre lettere, ma è un numero destinato a salire già dal secondo stage in avanti. Per oggi, l’applicazione è gratuita, quindi darle un’occhiata non costa davvero niente.

drunkalizer

Drunkalizer PixelButton
Applicazione che si colloca tra l’inutile e l’insensato, e per questo motivo da avere assolutamente sul proprio iPhone/iPod Touch (a patto di possedere un microfono), Drunkalizer permette di registrare la propria voce e risentirla, poi, in versione “mi sono appena scolato una bottiglia del peggiore Rhum de Caracas”.
Ci ho perso una serata intera, che potrebbe essere indice preoccupante di come io passo le mie serate o di quanto sia effettivamente carina l’App in questione. Propenderei per la prima.

Potresti pure trovare interessanti:

ToSo

Appassionato di videogiochi da quando è nato, il ToSo suole divertirsi con Photoshop, Word, Excel, sparatutto, action adventure e titoli sportivi: l’importante è che non sia necessario spostarsi dal divano. Nel tempo libero realizza le più belle sigle del mondo, quelle per Outcast. Si dice non abbia mai tirato un sasso dal cavalcavia, né fatto stragi dal vivo, armato di shotgun.