Batman: Arkham City

Un cavaliere bello. Senza un partito attaccato. Che non dice nemmeno stupidate ogni volta che apre bocca. Questo Arkham City migliora quello che si era visto in Arkham Asylum, ma ha il problema di sbatterti tutto in faccia senza spiegare una fava. Detto in poche parole, è come entrare in un All You Can Eat con tutte le portate già sul tavolo. Figata.

ToSo

Appassionato di videogiochi da quando è nato, il ToSo suole divertirsi con Photoshop, Word, Excel, sparatutto, action adventure e titoli sportivi: l’importante è che non sia necessario spostarsi dal divano. Nel tempo libero realizza le più belle sigle del mondo, quelle per Outcast. Si dice non abbia mai tirato un sasso dal cavalcavia, né fatto stragi dal vivo, armato di shotgun.